Veneto Film Commission

Questa è la versione grafica di questo sito.  Passa alla versione accessibile

Condividi

Eretto nella prima metà dell'800.

Dettagli

  • Periodo storico Ottocento
  • Provincia Vicenza
  • Comune Sarego
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Castelli e torri

I Colli Berici sono un gruppo di rilievi collinari, formazione particolare nella pianura alluvionale su cui sorge Vicenza, originatisi sul fondo di un antico mare nell'arco di almeno un centinaio di milioni di anni.
I Colli Berici risaltano nettamente, a sud di Vicenza, con una forma di parallelogramma, il cui asse maggiore, orientato in direzione nord-est/sud-ovest, è lungo circa 24 km, e con una superficie complessiva di circa 165 km². I contorni sono abbastanza frastagliati su ogni lato, con alternanza di rientranze e sinuosità o con semplici incisioni sui fianchi, gli scaranti. I versanti sono ovunque piuttosto dolci e rettilinei, eccetto per il lato sudorientale, che presenta una sequenza pressoché continua di nude e verticali pareti rocciose.
Importante luogo di svago del fine-settimana di molti vicentini è il Lago di Fimon, residuo di un più vasto bacino lacustre che si estendeva anticamente fino al paese di Fimon, da cui ha preso il nome, e situato in una vasta rientranza dei colli Berici.

Dettagli

  • Periodo storico Era preistorica
  • Provincia Vicenza
  • Indirizzo San Giovanni in Monte
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Colline

Dettagli

  • Provincia Vicenza
  • Comune Longare
  • Indirizzo Costozza
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission

Dettagli

  • Periodo storico Epoca medievale
  • Provincia Vicenza
  • Comune Longare
  • Indirizzo Lumignano
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Eremi

Il campo, disegnato dall’Architetto Marco Croze, è stato inaugurato nel 1988. La caratteristica principale del percorso è data dalle differenze di quota e dalle ondulazioni. Il campo, ad elevato contenuto tecnico, ha una configurazione molto vivace e dinamica: precisione e strategia di gioco prevalgono sulla distanza.

Dettagli

  • Periodo storico 1981-1990
  • Provincia Vicenza
  • Comune Brendola
  • Indirizzo Strada Monti Comunali
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Campi da golf

Immerso nella natura dei Colli Berici, situati a sud di Vicenza, il lago di Fimon è storicamente il luogo ideale per una passeggiata con i bambini nelle calde giornate estive. Si può scegliere il classico tour attorno al lago oppure uno dei numerosi percorsi che partono o arrivano al lago ad esempio verso Lapio, Pianezze o Villabalzana.

Dettagli

  • Periodo storico Era preistorica
  • Provincia Vicenza
  • Comune Arcugnano
  • Indirizzo Lago di Fimon
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Laghi di pianura

I portici di Monte Berico, una via processionale coperta che ascende al colle con le stazioni della via Crucis, furono progettati nel 1745 da Francesco Muttoni e realizzati nel 1748 dopo la morte dell'architetto.

Dettagli

  • Periodo storico Settecento
  • Provincia Vicenza
  • Comune Vicenza
  • Indirizzo Viale 10 Giugno 10
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Portici

IL SANTUARIO DI MONTE BERICO è il più noto e frequentato Santuario mariano della Regione Veneto

LE ORIGINI

Le sue origini affondano in un periodo di particolare sofferenza per la città di Vicenza, colpita tra il 1425 e il 1428 da una gravissima epidemia di peste.
Accadde, infatti, che la VERGINE fece una prima apparizione sul Monte il 7 MARZO 1426 ad una umile contadina: Vincenza Pasini alla quale seguì quella del 1° AGOSTO 1428. In entrambe le apparizioni la Madonna chiese a Vincenza che si facesse portavoce di una richiesta: la costruzione in quel luogo di una Chiesa a lei dedicata con la promessa che la pestilenza sarebbe finita.La tradizione popolare vuole che la Madonna avesse pronunciato queste parole:
"Non temere Vincenza. Sono la Madre di Gesù morto in croce per la salvezza degli uomini. Va' e avvisa i Vicentini che io voglio in questo luogo una Chiesa consacrata al mio nome; solo allora saranno liberati dal flagello che li percuote. Dirai al popolo i miei comandi: se non obbediranno, non cesserà la peste.
Come prova della mia volontà scavino fra queste rocce aride e ne scaturirà una fonte copiosa".

E aggiunse:
"Dirai inoltre che tutti coloro i quali visiteranno questa Chiesa nelle Feste a Me dedicate e nella prima domenica di ogni mese, avranno grazie abbondanti, e riceveranno la mia benedizione materna."Vincenza Pasini non fu creduta subito nemmeno dalle autorità Ecclesiastiche. Fu la seconda apparizione e l'imperversare della pestilenza a convicere, prima di tutti, i cittadini e quindi le Autorità, a dar credito alla donna.
La posa della prima pietra avvenne il 25 AGOSTO 1428 e la Chiesa fu costruita in soli 3 mesi come testimonia il codice manoscritto del Processo sulla veridicità dei miracoli intrapreso come la costruzione del Santuario, dalle autorità locali. Man mano che l'opera cresceva la virulenza della peste andava scemando al punto che quando arrivarono al tetto, la "brutta bestia" era completamente debellata.
Nel 1430 fu dato incarico al giureconsulto Giovanni Da Porto e al successore Luigi Da Porto che condusse il processo e redisse l'atto notarile di 16 pagine, autentificato da 3 notai e sottoscritto dal Podestà Marco Micheli, custodito nella Biblioteca Bertoliana di Vicenza.
La veggente Vincenza Pasini morì all'età di 78 anni, nel 1433.

LA CHIESA

Il piccolo tempio eretto dopo l'apparizione, venne rifatto perchè bisognoso di totali restauri e venne incorporato all'inizio del secolo XVIII nell'attuale Santuario.
La Basilica è stata costruita su disegno dell'architetto CARLO BORELLA (1688) e fu decorata dallo scultore bassanese ORAZIO MARINALI.
L'interno della Basilica-Santuario è l'insieme delle due Chiese: l'una di stile gotico, l'altra di stile classico e barocco, ampliamento e completamento del Borella (1688-1703) dopo un primo ampliamento del PALLADIO (1578).
In questi anni (1826) iniziò la costruzione del nuovo campanile, su progetto di ANTONIO PIOVENE, mentre nel 1860 fu avviata la ricostruzione dell'antica facciata in stile neo-gotico, ad opera dell'architetto Giovanni Miglioranza, grazie ai SERVI DI MARIA che ritornarono nel 1835, grazie all'avvallo dell'Imperatore d'Austria, dopo l'allontanamento provocato dal decreto napoleonico del 1810 che imponeva la soppressione dell' Ordine con l'allontanamento dal Conventi.
Anche nel 1866 dopo l'Unità d'Italia, i Servi di Maria dovettero lasciare il Convento per ritornarci, definitivamente, nel 1875 quando il Consiglio comunale di Vicenza decise di ridare loro il Santuario in uso gratuito affinchè proveddessero alla sua conservazione e tutela.
Nel 1900, il futuro PAPA PIO X incoronava solennemente la statua di MARIA, il cui altare veniva reso ancor più solenne dal restauro del 1926-1928.

Dettagli

  • Periodo storico Quattrocento
  • Provincia Vicenza
  • Comune Vicenza
  • Indirizzo Viale 10 Giugno 22
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Pievi e santuari
Costozza di Longare, Vicenza - Piazza G. da Schio 4 Costozza di Longare

Dettagli

  • Provincia Vicenza
  • Comune Longare
  • Indirizzo Piazza Garzadori da Schio, Costozza
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Ville Venete

Edificata nel 1710, è opera indubbia di F. Muttoni. Sulla sinistra della Villa si sviluppa un bellissimo porticato di caratteristica impronta muttoniana. Scenografico l'ampio viale che si allunga davanti alla Villa. Tra le stanze si distingue, per la sing olare ricchezza degli oggetti conservati, la cucina.

Dettagli

  • Periodo storico Settecento
  • Provincia Vicenza
  • Comune Orgiano
  • Indirizzo Via San Francesco 2
  • Film Commission di riferimento Vicenza Film Commission
Pubblicato in Ville Venete
Pagina 1 di 2

Nostri riferimenti

REGIONE DEL VENETO
Direzione Attività Culturali e Spettacolo
Ufficio Cinema e Film Commission

Indirizzo: Cannaregio, 168
30121 VENEZIA
Tel:
+(39) 041 2792604
Fax:
+(39) 041 2792794
Email:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sitoweb:
www.venetofilmcommission.it

Seguici su Facebook Seguici fu Facebook